Afghanistan (IV)

Un mosaico di etnie, lingue e religioni

logo

Alessandro Mantovani, Ottobre 2021

Scaricare PDF:

Scaricare PDF

Nel precedente articolo si diceva di come storia e geografia abbiano modellato il complesso puzzle etnico afghano: la storia in forza delle numerose invasioni, contro-invasioni, influenze persiane da Occidente e turche da Settentrione; la geografia dividendo, con la catena dell’Hindu Kush, il nord dal sud del paese, separandone le popolazioni. Ad occidente e nella capitale gli abitanti si esprimono in dari (dialetto persiano-afgano), parlato anche dagli hazara (azeri) sciti (che popolano l’Hindu Kush, nell’Afghanistan centrale) e dai tagiki, depositari dell’antica cultura persiana, ma di religione sunnita. Nell’Afghanistan settentrionale vivono gli uzbeki, i turcomanni, i kirghisi, e altri gruppi minori, sunniti, con le loro lingue turche. E nel sud e nell’est le tribù dei pashtun, anch’essi sunniti, con il pashto, un misto di lingue indo-persiane. In Afghanistan esistono dunque sia una questione linguistica, sia una questione religiosa. (Continua a leggere…)

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Salir /  Cambiar )

Google photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google. Salir /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Salir /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Salir /  Cambiar )

Conectando a %s