Dall’Italia / Desde Italia







In Italia, la controversia sulla “tassa patrimoniale” che attualmente percorre la galassia dell’estrema sinistra si è inasprita al punto che il gruppo “Operai contro”, critico nei confronti della parola d’ordine, non ha trovato di meglio che passare agli attacchi personali ingiustificati contro uno dei suoi principali sostenitori, Pietro Basso, militante di Cuneo Rosso e Il Pungolo Rosso, nonché della Tendenza Internazionalista e del Patto d’Azione Anticapitalista, e da lungo militante della causa proletaria.

Siamo a nostra volta critici verso la “patrimoniale”, tuttavia riteniamo che l’uso di attacchi personali sia, oltre che spia di una mancanza di argomenti politici, un cancro pericolosissimo, frutto di uno spirito settario e di bottega, il cui unico risultato può essere quello di infettare ogni sano dibattito. Nessuno scontro, per quanto aspro, giustifica tale metodo, che appartiene al nemico, e deve essere bandito dalle file del proletariato.

Esprimiamo pertanto la nostra solidarietà con il compagno Pietro Basso, come faremmo, malgrado le divergenze politiche che possono esistere, con tutti coloro che combattono sinceramente per la causa proletaria.