Marxismo y feminismo

Alessandro Mantovani

Oggi – a differenza del passato, quando il sesso femminile, relegato nel focolare, era spesso vittima di ideologie conservatrici – forse sono proprio le donne e costituire la parte più sensibile alle esigenze di cambiamento sociale. Esse sono d’altra parte, con i giovani e gli immigrati, la parte più fragile e ricattabile del proletariato. I comunisti hanno dunque un duplice interesse a svolgere un intenso lavoro tra loro, tra le proletarie prima di tutto ma non solo, essendo quello dell’emancipazione femminile un terreno nel quale il proletariato può esercitare un’attrazione anche verso strati delle classi medie, all’interno dei quali non di rado sono proprio le donne gli elementi  più  avanzati. (Continua a leggere)